I briganti

Un’altro fattore negativo rispetto all’insediamento nella terra lavorata dei contadini fu la presenza dei “briganti”.
La terra disabitata con i suoi boschi da settembre a maggio quando non imperversava la malaria si offriva come rifugio a chi rischiava la prigione.
Fonte di reddito erano le “diligenze”, mezzo di trasporto da paese a paese, che lungo le poche strade, si offriva all’uopo. Un viaggio presentava chiara questa incognita.

      Tratto dal Giornale di Bordo del 22-02-58.
      Notizie diverse

n giornale infle (Illustrated London New) ha detto, e la Presse di Parigi, il Corriere Mercantile di Genova, e qualche altro periodico del Piemonte, non hanno dubitato di ripetere, che i briganti arrestarono con grande accorgimento e destrezza il convoglio della strada ferrata da Roma a Frascati, un giorno che era stipato di passeggeri, e specialmente di donne ornate dei loro vezzi più preziosi e delle più ricche vesti, perchè accorrenti a un agran festa: e che a loro bell’agio spogliarono tutti, senza però far loro altro oltraggio. Hanno quaindi tratta la conseguenza che neppure sulle strade ferrate si può andar sicuro nello Stato Pontificio, dagli assalti dei briganti.