1° maggio ore 21: la Chiesa affida l’Italia a Maria

Ore 21. Nel Santuario di Santa Maria del Fonte di Caravaggio, oggi atto di affidamento dell’Italia alla Madre di Dio in questo tempo di pandemia. L’iniziativa è stata indetta dalla Conferenza episcopale italiana.

La Chiesa affida a Maria i malati, gli operatori sanitari e i medici, le famiglie, i defunti. Accogliendo la richiesta di molti fedeli, nel primo giorno del mese mariano la Conferenza episcopale italiana (Cei) ha oganizzato un momento di preghiera per affidare la nazione italiana alla protezione della Madre di Dio come segno di salvezza e di speranza. Lo farà oggi primo maggio, alle ore 21, con un momento di preghiera nel Santuario di Santa Maria del Fonte a Caravaggio (diocesi di Cremona, provincia di Bergamo). In questo video, a cura dell’Ufficio nazionale per le comunicazioni sociali della Cei, il cardinale Gualtiero Bassetti presidente dei vescovi italiani sottolinea che “i pastori hanno il compito di guidare il loro gregge, il popolo cristiano”. “Ma spesso – aggiunge – è il gregge che spinge i pastori, come è avvenuto in questo caso”, con tante richieste da parte dei fedeli di affidare, in questo tempo di pandemia, l’intera nazione al Cuore immacolato di Maria.

da: vaticanews.va

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WhatsApp chat