Chi siamo

… era il 1924 …
L’inaugurazione ufficiale avvenne nell’ottobre 1935 ma già dal 1924, la gioventù si radunava attorno alla “Chiesoletta”. In quegli anni, mentre sorgeva il quartiere, il Papa Pio XI invitava i Padri ad operare tra la gioventù, allora assai numerosa. E la Chiesoletta divenne l’anima del quartiere col richiamo alla preghiera della sua campanella. Ora i tempi sono cambiati, sono sorte le scuole, le associazioni sportive, i locali di spettacolo, le piscine, le discoteche etc. Ed è praticamente cessato il compito suppletivo dell’Oratorio, ma …
… L’Oratorio è il meraviglioso punto di incontro! Un incontro spontaneo e gradito nelle varie fasce di età. Ed ogni sera la campanella lancia il suo richiamo per un momento di preghiera a conclusione di ore trascorse assieme. Durante l’orario di apertura dell’Oratorio vi è la possibilità di partecipare a diverse attività ricreative e sportive. L’Oratorio è gestito dalla Congregazione dell’Oratorio ed opera da oltre mezzo secolo nel quartiere collaborando con le famiglie perchè i ragazzi e le ragazze ad essi affidati, possano vivere gli anni della fanciullezza in un ambiente sereno e costruttivo.
Gli Oratoriani, o Filippini, come sono più popolarmente conosciuti in Italia, sono stati fondati da San Filippo Neri a Roma nel 1575 come Congregazione dell’Oratorio, approvati nel 1612, e confederati nel 1942. Oggi la Confederazione dell’Oratorio riunisce circa 500 filippini (sacerdoti, fratelli laici e chierici), distribuiti in 76 Congregazioni sparse in 17 nazioni del mondo. La Congregazione dell’Oratorio di San Filippo Neri è una comunità di preti e laici che vive, senza voti, la pienezza della carità nell’unione fraterna.
La vita comune si concretizza nella testimonianza della fraternità, nella libera scelta dei consigli evangelici, nella comunione di vita vissuta nel rispetto della libertà del singolo, nel fattivo apostolato a servizio dei laici e della Chiesa locale.
Ogni Congregazione mantiene la propria autonomia ed è retta, oggi come in origine, dal Preposito (primus inter pares) con potere solo educativo, mentre le deliberazioni sono prese dalla congregazione generale di ogni singola casa.

La prima Congregazione è stata fondata da Filippo Neri nel 1575 a Roma, presso la chiesa di Santa Maria in Vallicella (Chiesa Nuova).
Nella diocesi romana oggi ci sono due comunità oratoriane: una nel centro della città, presso la Chiesa Nuova (Santa Maria in Vallicella), l’altra alla Garbatella, in via delle Sette Chiese. La comunità della Garbatella ha avuto inizio ufficialmente negli anni cinquanta del secolo corso, ma affonda le sue radici al tempo e nell’apostolato di Padre Filippo. Padre Filippo, infiammato d’amore per Dio e guidato dallo Spirito Santo, nel 1552 ripristinò una pratica devozionale, che diventerà col tempo famosa e portatrice di frutti spirituali notevoli: la Visita delle Sette Chiese. Essa costituiva un’alternativa al chiassoso e licenzioso carnevale romano. Filippo seppe fondere insieme preghiera e canto, culto dei martiri e passeggiate all’aria aperta, riflessione e ricreazione.
Era una pratica così bella e sentita che – diceva la gente – «pareva di stare in paradiso». La Via delle Sette Chiese è sempre stata amata dai Filippini che, pur saltuariamente, hanno svolto in questa zona un fecondo apostolato, finché il padre Generoso Calenzio, nel 1889, comprò la “Chiesoletta”, iniziando più stabilmente un’opera di educazione e di apostolato, che poi i Padri Filippini concretizzarono con l’Oratorio nel 1935, la Scuola nel 1944, la Parrocchia nel 1952.